Quando parliamo di matite colorate c'è spesso molta confusione. Molti, infatti, non conoscono la differenza tra matite colorate e pastelli, o non conoscono l'esistenza dei vari tipi di matite speciali, molto note invece tra gli artisti!

LE MATITE COLORATE DI LOVEOFFICE

INDICE

Tipologie di matite e pastelli colorati

Matite colorate

Pastelli colorati

Matite acquerellabili

Matite di creta

Matita sanguigna

Matite in grafite

Matita carboncino

Come usare le matite colorate

Come usare le matite acquerellabili

Come cancellare le matite colorate

Curiosità: esistono matite non cancellabili?

Dove comprare matite online?

 

Tipologie di matite e pastelli colorati

Vediamo allora le principali tipologie di matite e pastelli a matita:

  • Matite colorate: in comune con le matite in grafite - anche dette “lapis”- hanno un corpo in legno ma a differenza di questi ultimi hanno un’anima di pigmento colorato legato attraverso cera o colla. Il fusto delle matite colorate è classicamente esagonale, infatti, questo genere di forma facilita la presa sulla matita. Le matite colorate hanno un tratto più secco rispetto ai pastelli. Per i bambini oggi si utilizzano anche matite colorate triangolari, ancora più semplici da impugnare.

        

  • Pastelli colorati: anche in questo caso la mina è costituita da pigmento, ma stavolta il legante è a base gessosa. Questo rende questo tipo di matita sfumabile, a differenza delle matite colorate.
  • Matite acquerellabili: i pastelli acquerellabili sembrano a prima vista dei normali pastelli colorati, ma, aggiungendo dell'acqua, assumono il bellissimo aspetto degli acquerelli. A differenza dei fratelli pastelli colorati hanno un fusto tipicamente rotondo.

            

  • Matite di creta. Con questo tipo di matite vengono realizzati delicatissimi disegni color seppia.

  • Matita sanguigna. La matita sanguigna ha una mina in ossido di ferro ed un’origine molto antica, tanto che si deve proprio a lei il termine “matita” che caratterizza tutta la categoria. Infatti il termine deve la sua etimologia alla parola “ematite”, il materiale ferroso che costituisce l’anima di queste speciali matite.Con questo genere di matite si ottengono disegni sfumati dalle caratteristiche tonalità rosso bruciato.

        

  • Matite in grafite, i classici lapis, tanto usati nel disegno tecnico quanto in quello artistico. Solitamente nel disegno artistico si utilizzano matite con gradazioni medio-morbide, che vanno dal 2H a tutta la gradazione B. Più è elevato il numero che precede la lettera “B” più la matita sarà morbida e quindi sfumabile.
  • Matita carboncino. Questo tipo di matita è caratterizzata da un’anima in carbone (minerale o vegetale) polverizzato e legato attraverso cere o leganti gessosi. Più grassa del lapis, la matita a carboncino, è perfetta per creare morbidi giochi d’ombra. Molto usate per realizzare ritratti, grazie alla espressività che dona ai volti.

       

 

LE MATITE ARTISTICHE DI LOVEOFFICE

Come usare le matite colorate

Adesso che conosciamo quali sono le principali tipologie di matite utilizzabili per colorare e disegnare, vediamo come devono essere utilizzate per ottenere buoni risultati, iniziando dalle più comuni: le matite colorate.

Quando si colora un disegno a matita, se non desideriamo ottenere un lavoro dai colori piatti, ma caratterizzato da volumi e profondità, è necessario iniziare con una prima mano molto leggera di colore. Questo primo passaggio vi permetterà anche di fare correzioni senza rovinare il foglio, come accadrebbe invece se si volessero cancellare tratti più pesanti.

Dopo aver dato una mano leggera potremo adesso creare volumi attraverso la sovrapposizione di colori.

Per creare sfumature di colore potete accostare tratti di colori diversi oppure marcare sul foglio il colore che desideriate sfumare e disperdere il pigmento con le dita. Un’altra tecnica è quella di creare, con il temperino, una polvere di pigmento che andremo poi a sfumare sul foglio, nel punto desiderato, sempre con le dita.

Per avere una colorazione omogenea, senza cambio di direzioni, è importante effettuare sempre movimenti regolari e colorare con tratti che vadano nello stesso verso.

 

Come usare le matite acquerellabili

Quando si utilizzano le matite acquarellabili per colorare i nostri disegni possiamo utilizzare la procedura spora esposta e, in fase finale, procedere ad acquerellarli.

Sarà semplice: basterà bagnare con il pennello i colori sul foglio per trasformare il tratto classico dei pastelli colorati in quello degli acquerelli. Dosa la quantità d’acqua in base all’effetto che desideri ottenere: se non vuoi più vedere i tratti della matita usa più acqua (ricorda: sempre in modo graduale). Questa tecnica si chiama “asciutto su asciutto”. Vi consigliamo, comunque, prima di procedere di verificare prima su un altro foglio quale sarà l’effetto acquerellato dei vari colori utilizzati, per capire se vi piace l’effetto che otterrete!

A lavoro ultimato potrete infine bagnare direttamente la punta dei pastelli acquerellabili per marcare e intensificare alcuni colori del disegno.

 

Come cancellare le matite colorate

Quando si colorano disegni è davvero difficile che non si facciano errori o sbavature di colore. In questo caso non utilizzate la semplice gomma, ma la gomma matita che vi permetterà di essere molto più precisi nelle operazioni di cancellatura.

Curiosità: esistono matite non cancellabili?

La risposta è sì. Alcune speciali tipologie di matite come le matite copiative hanno una mina che non contiene esclusivamente grafite, ma anche pigmenti e coloranti (alcuni dei quali derivati dalla anilina). Se cancelleremo il tratto con una comune gomma verrà eliminata la parte costituita dalla grafite, mentre resterà il segno prodotto dai pigmenti e dai coloranti.

L’unico modo per eliminare del tutto ogni traccia della matita copiativa è l’abrasione.

Per questo motivo durante le votazioni politiche ed i referendum è d’obbligo l’uso di matite copiative.

Nonostante si tratti di speciali matite indelebili, molti si chiedono comunque perché ancora si vota con la matita anziché con la penna. Il motivo sta nel diritto alla segretezza del voto: la penna potrebbe lasciare un segno visibile anche sul retro della scheda elettorale. Inoltre l’utilizzo della matita copiativa scongiura l’eventualità della fuoriuscita accidentale dell’inchiostro in caso di rottura della penna, evenienza che porterebbe all’annullamento del voto.

 

Dove comprare matite online?

Su LoveOffice puoi trovare matite e pastelli per il disegno artistico di ogni tipo e adatti alla realizzazione di qualsiasi tecnica! Dalle comuni matite colorate per bambini, alle matite in creta, ai carboncini etc., per realizzare vere e proprie opere d'arte!

Su LoveOffice, inoltre, potrete trovare matite ergonomiche, specificatamente pensate per l'utilizzo da parte di mancini o destrimani. Potrete inoltre scegliere tra le più note marche di matite colorate e pastelli: Faber Castell, Giotto, Stabilo, Fila, Staedtler e molte altre ancora!